lunedì 11 marzo 2013

Review: Jungle, il balsamo solido di Lush

Lo so, ormai quella per Lush è una specie di ossessione, ma sono letteralmente innamorata di questo brand così come dei loro prodotti, alcuni più, alcuni meno. 
In questo caso parliamo di Jungle, uno dei loro balsami solidi. 


I vostri capelli sono una giungla? Non aspettate che diventino ingestibili come liane! Jungle può domarli e renderli pettinabili grazie al suo gran mix di frutta esotica.
L'avocado rilascia le proteine, il burro di cacao e i fichi il nutrimento, le banane l'effetto emolliente. 




Come sempre sono del parere esattamente opposto a quello della descrizione. A mio avviso questo balsamo è indicato per tutte quelle persone che non hanno problemi di districabilità. Premetto che io ho i capelli ricci, ne ho tanti e sottili, quindi la prima cosa che chiedo da un balsamo è che li renda pettinabili e Jungle non lo fa. A fine lavaggio li lascia senza dubbio morbidi e soffici, la differenza si nota, ma sotto la doccia mi è impossibile pettinarli nonostante arrivino a metà collo.

Altra cosa che non amo particolarmente è il tipo di utilizzo. La Lush suggerisce di passarlo delicatamente sui capelli ancora insaponati; ho seguito il loro consiglio, ma così facendo non mi rendo conto di dove l'ho passato, se effettivamente mi sta ammorbidendo o se ha un qualche effetto. 
Una delle commesse mi ha suggerito di romperne un pezzetto, strofinarlo fra le mani finché non diventa una specie di cremina e poi passarlo sui capelli. Stessa storia, ho provato anche questo metodo, ma il balsamo non si scioglie (l'ho sfregato tanto tra le mani che mi facevano quasi male) o per lo meno si scioglie pochissimo ed è come non passare nulla sui capelli.

I lati positivi sono il suo essere allo stato solido, e quindi facilmente trasportabile anche nel bagaglio a mano, e la sua durata; infatti essendo sotto forma di panetto si consuma molto lentamente e dura tanto. Il mio era un campioncino che sarà stato grande 1/4 della dimensione originale e ci avrò fatto tra i 5/6 lavaggi e si è dimezzato solo perché ne ho staccati dei pezzetti, altrimenti sarebbe molto più grande. 

Il profumo lo trovo piuttosto maschile, non è dolce, ma fresco e un po' legnoso per via dell'olio di cipresso, cedro e vetivert. Il prezzo è di 5.95€ al pezzo.

In sostanza non ve lo consiglio, si può trovare di meglio, a molto meno e decisamente più facile da usare!



2 commenti:

  1. Lo consiglieresti per dei capelli secchi? Al di là delle difficoltà d'utilizzo è un prodotto valido? Perchè uso già lo shampoo solido di Lush e dopo un po' ho preso dimestichezza, il problema è trovare balsami senza siliconi ed ecocompatibili! Il massimo che ho trovato è quello della Garnier biodegradabile al 92% ma spero di trovare qualcosa di ancora meglio dal punto di vista ambientale! Poi la cifra non mi sembra alta in confronto ai balsami crema sempre della lush che stanno oltre i 15 euro...

    RispondiElimina
  2. No certo la cifra non è affatto esorbitante rispetto ad altri prodotti, ma per l'effetto che se ne ottiene si può trovare qualcosa di più efficace a un prezzo inferiore. Personalmente non credo sia adatto a dei capelli secchi(ci sono parecchi olietti con cui corri il rischio di appesantire i capelli e basta), inoltre, ho visto sul forum l'angolo di Lola un'analisi dell' inci e non ne parlavano affatto bene. La ragazza "esperta di inci" diceva che c'erano sia sls che peg, a quel punto tanto vale usare lo Splendor che costa al massimo 2€ e ha un inci abbastanza buono.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...