sabato 26 gennaio 2013

Review a tre: gli scrub di Lush


Review a tre. No niente di sconcio, tranquilli! Ho solo pensato di fare una recensione mettendo a confronto tre diversi prodotti dello stesso tipo e, in questo caso, dello stesso brand, ovvero Lush. Li ho provati a lungo nell'ultimo periodo e così sono in grado di consigliarvi.
Il range di questa review, come dice il titolo stesso, è quello degli scrub e nello specifico parliamo di: Cantando Sotto la Pioggia, Magia Nera e Questione di Peeling.

- Cantando Sotto La Pioggia




Non lasciatevi ingannare dal suo aspetto bianco sporco, Cantando sotto la pioggia saprà sorprendervi. Degli scrub in panetto venduti da Lush si classifica nella fascia media, ovvero non è particolarmente aggressivo ma nemmeno troppo delicato. All'inizio ero scettica, mi faceva pensare alla paglia delle fattorie ma dopo averlo testato sotto la doccia è stato amore. Odora di avena, mi ha fatto pensare subito al porridge e alle fredde giornate d'inverno a Dublino in cui ero solita mangiarlo a merenda. Il suo potere esfoliante non è fortissimo quindi, se non avete particolari problemi, è perfetto. 




- Magia Nera




Lui è l'esatto opposto di Cantando Sotto la Pioggia: odio puro!Partiamo subito dal colore, nero. Non tanto per la tonalità in sé quanto che, se non state attente a risciacquarvi bene, vi lascia delle strisciate di colore sulla pelle. Non parliamo poi dell'effetto pneumatico sciolto: rimangono schizzi di colore nero sulle pareti e sul piatto della doccia. In pratica sembra lo scenario cruento dell'uccisione di Omino Bianco. Un'altra cosa che non sopporto è la profumazione: avete presente quell'odore acre e un po' asprognolo delle caramelline gommose all'arancia? Quelle a forma di orsetto che vendono fuori dai cinema, ecco! Ha esattamente quell'odore, la componente acida è decisamente più forte rispetto a quella dolce ed è proprio fastidioso. Per quanto riguarda il potere esfoliante è decisamente più forte rispetto a Cantando Sotto la Pioggia, quindi almeno il suo lavoro lo fa. Ah, dimenticavo! Altra pecca: si consuma con una facilità incredibile, anche se chiudete il getto d'acqua della doccia. Considerando quanto costa, è un fattore da tenere decisamente in considerazione. 


- Questione di Peeling






Questo scrub, inizialmente, mi era stato sconsigliato dalla commessa dicendomi che era più adatto per l'estate, che non aveva un effettivo potere esfoliante e serviva principalmente a tonificare un po' la pelle. In effetti avevo letto sul sito che era un prodotto anticellulite. Ovviamente io, testarda come un mulo, sono tornata una seconda volta e l'ho acquistato ugualmente. Posso assicurarvi che la carta vetrata a confronto è seta! E' ruvidissimo, dovete usarlo con una leggerissima pressione perché altrimenti rischiate di fare la fine delle lenticchie decorticate. E' talmente forte che il getto caldo della doccia vi dà una sensazione di bruciore sulla parte dove lo avete utilizzato. In compenso però, ho notato una cosa: se lo passate su glutei e fianchi vi provoca una sorta di solletico, quasi un formicolio dovuto alla sua capacità di riattivare la micro circolazione (infatti contiene il finocchio che ha un rinomato potere drenante). Partiamo dal presupposto che non credo nei prodotti anticellulite, ma ritengo che Questione di Peeling un po' tonifichi. L'odore è pressoché assente e quando lo utilizzate sviluppa una lieve schiumetta che fa anche da detergente, aiutando così il prodotto a scivolare meglio sulla pelle.


In sostanza, se volete provare uno scrub bio e che non sia viscoso vi consiglio Questione di Peeling e Cantando Sotto La Pioggia: il primo oltre ad una fortissima azione esfoliante unisce quella tonificante, il secondo invece è più delicato e ha un odore che saprà conquistarvi. Per quanto riguarda Magia Nera, lasciatela pure agli stregoni cattivi.
Voi li avete mai provati? Qual è il vostro preferito? Il mio è...be', indovinate!

Ps: Non ho messo foto originali semplicemente perché i primi due li ho finiti da tanto e anche il terzo è già sul viale del tramonto. 

4 commenti:

  1. Ho provato Questione di Peeling (molto simile, come effetto, ad Atollo 13 ma quest'ultimo è a base di sale marino e quindi un po' secca la pelle) e devo dire che l'effetto è catartico, oltre che sulla pelle, anche a livello psicologico! Gratta via cellule morte e brutti pensieri ma ad essere sincera, visto che l'ingrediente base è banale zucchero preferisco farlo in casa risparmiando qualche soldino e parecchia CO2 visto che la cara Lush produce in Inghilterra e poi esporta tutto in Italia via aerea... Contraddizione che non capirò mai vista al politica aziendale!

    Comunque, volevo chiedere se hai provato Parole di Burro (sempre Lush) come struccante e se sì, com'è e come funziona! Ne ho uno a casa ma dopo la doccia lo trovo un po' scomodo da spalmare se sono di fretta e di questo passo scadrà prima che riesca a finirlo!

    RispondiElimina
  2. Scusami se ti rispondo con l'opzione anonima ma purtroppo ho dei problemi con i commenti.

    Visto che ti piacciono gli scrub fra non molto avevo intenzione di provare una ricetta per farne uno hand made e farci un articolo, magari potrebbe esserti utile :)

    Per quanto riguarda la politica di Lush hai ragione, ma d'altra parte penso sia sempre una questione commerciale e, siccome devono esportare per ampliare il loro mercato, alla fine sceglieranno il mezzo più economico o comodo.

    Parole di Burro al momento l'ho usato solo dopo la doccia e in effetti anche io trovo gli oli e i burri corpo un po' troppo laboriosi da utilizzare. Come struccante non l'ho provato ma so di alcune ragazze che lo usano anche in quel modo, inoltre ho visto l'inci (premetto che non sono un'esperta)e ci sono diversi oli, tutti utilizzati anche come struccanti quindi ti direi di procedere tranquillamente! L'unico accorgimento che ti consiglio di prendere è quello di detergerti bene dopo il suo utilizzo, perché se ti finiscono sul viso gli oli sono comedogeni :p Poi fammi sapere come ti sei trovata :)

    RispondiElimina
  3. Ops, a quanto pare ha funzionato invece!

    RispondiElimina
  4. Okay, allora proverò! E aspetto con ansia la ricetta dello scrub hand made! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...