martedì 22 novembre 2016

Prodotti finiti: Ottobre 2016

Eccoci con il consueto, forse è uno slancio d’ottimismo un po’ esagerato, appuntamento con i prodotti finiti, anche se questa volta ci siamo un po' spostati con la data ma purtroppo ho avuto dei problemi con il pc. Questa volta la gamma di prodotti terminati è abbastanza varia e direi di partire dai contorno occhi che in questo articolo la fanno da padrona.



Il primo che ho finito è il contorno occhi Ireos Siero Lifting (30 ml) della Helan, di cui vi avevo già parlato in una review e che non mi era piaciuto. L’avevo comprato al supermercato biologico Natura Sì per 18€, ma è troppo leggero, non faceva nulla di quello che prometteva come eliminare borse e occhiaie ed idratava la zona in maniera piuttosto blanda.


Ben più utile è stato invece il contorno occhi de I Provenzali (15 ml) alla Rosa Mosqueta, anche di questo vi lascio l’articolo sulla mia skin care routine in cui ne parlavo. Come saprete I Provenzali hanno lanciato una linea del tutto bio a base di Rosa Mosqueta. Questo contorno occhi è una crema dalla consistenza quasi lattiginosa che però dà un immediato boost rendendo la zona subito più illuminata e distesa. Le due caratteristiche che ho apprezzato di più sono che si può anche utilizzare sulla palpebra e il tipo di applicatore molto comodo ed igienico.



Due dei prodotti che terminato sono i campioncini ricevuti durante un evento organizzato da Antos di cui vi ho parlato in maniera approfondita in questo articolo, si tratta di una crema per il viso e un’altra anticellulite. La crema per il viso era molto gradevole anche se più adatta per il periodo freddo, quella anticellulite mi è piaciuta molto! L’idea di doverla finire in tempi brevi perché priva di conservanti mi ha spinta ad usarla quotidianamente, sarà stato il massaggio per applicarla, sarà stata la crema in sé, c’è da dire che la pelle dei glutei e delle cosce era più compatta.
Ho finito anche il profumo Batik al Tè Verde (27 ml) di Occhiverdi. Un profumo che mi era stato regalato per il compleanno un po’ di tempo fa e che mi è piaciuto molto, una profumazione molto fresca e leggera, adatta per l’estate. Non particolarmente dolce e che non vira con il calore e il sudore della pelle, peccato solo che non abbia più visto in giro questo brand, perché produceva dei profumi molto sfiziosi ad un prezzo più che accessibile.
Tra i terminati c’è anche il Tonico Astringente (125 ml) di Antos, che ho comprato da usare in combo con Cleanse & Polish di Liz Earle, un detergente per il viso che pulisce in profondità i pori della pelle. In aiuto a questo detergente avevo bisogno di un tonico che restringesse i pori dopo essere stati puliti approfonditamente. Questo tonico è a base di limone e rosmarino, due fedeli alleati per le pelli impure per le loro funzioni antibatteriche e schiarenti. Inizialmente lo applicavo versandone un po’ su un cotoncino che poi passavo sulla zona T, in seguito l’ho travasato in un contenitore con lo spruzzino e per vaporizzarlo direttamente sul viso aspettando che la pelle lo assorbisse. Trovo sia un modo più veloce di usarlo, più ecologico perché non si sprecano dischetti di cotone inoltre più funzionale e gradevole per le mie esigenze. Ovviamente i pori della pelle non scompaiono come per magia, ma è un valido alleato del mio detergente per il viso che li dilata per una migliore pulizia. L’unica pecca, se proprio vogliamo cercare il pelo nell’uovo, è che l’odore potrebbe essere migliorato: non è floreale, ma molto “erbaceo” ed “officinale”, ma che svanisce poco dopo averlo applicato e non persiste, quindi non è molto fastidioso. Il prezzo è a dir poco irrisorio, si aggira intorno ai 4€, ottimo per un prodotto ecobio.


Infine arriviamo all’ultimo della lista: la Crema Antisecchezza della Dr. Scholls (75 ml), un prodotto che ho sottratto a mia mamma e in cui riponevo grandissima fiducia visto la fama del marchio. In estate la pelle dei miei piedi diventa estremamente secca, si screpola fino a spaccarsi, quindi avevo bisogno di qualcosa che mi desse un’idratazione profonda. Non me ne voglia il signor Scholls, ma non l’ho trovata molto efficace: nonostante l’applicassi spesso non ho notato grandi miglioramenti, la pelle continuava a rimanere secca nonostante i pediluvi e l’uso della pietra pomice. La crema deve essere massaggiata a lungo perché molto ricca, forse troppo, e riuscivo ad usarla praticamente solo prima di andare a dormire perché, nonostante la massaggiassi fino a completo assorbimento come suggerito sulla confezione, i piedi rimanevano oleosi e non potevo indossare infradito perché rendeva il piede scivolosissimo. Le uniche due volte che l’ho usata durante il giorno, dopo aver indossato le infradito sono scivolata e per poco non sono caduta rovinosamente a terra, infatti sono contenta di averla terminata e mi sono orientata verso un altro prodotto che mi sta soddisfacendo di più.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...