martedì 18 ottobre 2016

Review: Shampoo Garnier all'olio essenziale di Lavanda e Estratto di Rosa

Ultimamente ho iniziato a dedicare più tempo e attenzioni ai miei capelli, non che prima li trascurassi o non me ne prendessi cura, però facevo lo stretto indispensabile utilizzando sempre gli stessi prodotti senza ricercarne di sempre nuovi che fossero più adatti alle mie esigenze, anche perché tutto sommato i capelli ricci richiedono poche attenzioni. 
Questa estate invece ho iniziato in un primo momento a lasciarli asciugare all'aria, mentre negli anni passati, da brava autolesionista, li asciugavo con il phon anche con 40 gradi. Un giorno mi sono fatta la treccia solo perché erano completamente inforni non avendoli asciugati con il diffusore, da quel momento ho iniziato a portare la treccia per tutta l'estate, sia perché mi piaceva, sia perché era pratica e mi dava un aspetto più fine ed ordinato rispetto alla cipolla che facevo gli anni prima. Da quel momento le mie esigenze sono un po' cambiate perché ho iniziato a farli lisci per poter fare una treccia più bella. 
Magari in un secondo momento, se vi puoi interessare, vi faccio un post sulla mia "hair care routine" (che parolone!) perché ho iniziato ad utilizzare tutta una serie di prodotti più specifici e che non sono i soliti che si trovano nella grande distribuzione. 
Per il momento concentro la mia attenzione su uno shampoo che è stata una bella scoperta, acquistato per caso solo perché ero stata attratta dalla confezione rosa e che non pensavo potesse piacermi così, stiamo parlando dello shampoo Garnier all'Olio Essenziale di Lavanda e Estratto di Rosa.


Da un annetto a questa parte, forse qualcosa in più, la Garnier ha lanciato tutta una linea di shampoo senza parabeni. Incuriosita ne ho acquistato uno per provarlo nonostante fossi convinta che non avrei notato alcuna differenza con gli altri, invece la differenza c'è e si vede.
Quello mi ha colpita di più e che mi ha fatto ricredere è stata la resa dopo un utilizzo prolungato. Il mio problema più grande è il cuoio capelluto molto secco e di conseguenza mi si crea spesso la forfora. Non sono riuscita ad eliminarla con niente, ho usato miliardi di shampoo appositi, ma nulla è mai stato risolutivo, così mi ero rassegnata. 
Lo shampoo alla lavanda e rosa invece aveva tamponato molto il problema e me ne sono accorta principalmente quando, una volta terminato, sono tornata ai soliti shampoo. Dopo il primo lavaggio la forfora era tornata immediatamente!
Nonostante sia uno shampoo privo di parabeni ha un'ottima azione lavante, non ho notato alcuna differenza con gli altri shampoo, i capelli non si sporcavano prima, né rimanevano "unti" come ho letto facevano alcuni shampoo bio perché probabilmente troppo carichi di olii.
Produce anche una buona quantità di schiuma e non lascia quella sensazione di capello non lavato, cosa che mi era capitata con il primissimo shampoo bio che avevo provato e che mi aveva fatto scappare a gambe levate dai prodotti bio per capelli. 
I capelli restavano leggeri, con quella bella sensazione di pulito. Il solito appunto che mi sento di fare, come accade ogni volta per i prodotti Garnier, è di migliorare un po' l'odore. Magari provare ad aumentare un po' l'odore di rosa che in proporzione alla lavanda non si sente affatto. So di molte persone a cui l'odore di lavanda non piace affatto, magari aumentando quello alla rosa si riesce a mitigare un po' il primo.
Voi avete provato questo shampoo? Ne avete altri di questa linea, o comunque senza parabeni, da consigliarmi? 

2 commenti:

  1. Lavanda! <3
    Anche io ho il problema della forfora, quindi mi sa che appena posso lo provo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto il costo irrisorio dello shampoo direi che fare un tentativo non costa niente, o al messimo 2€ ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...