martedì 19 maggio 2015

Review: crema riparatrice all'aloe vera Planter's

Eccoci con una nuova review! Questa volta parliamo della crema riparatrice all'aloe di Planter's, che è stata la mia crema viso per 4 mesi e che adesso devo abbandonare visto l'improvvisa impennata delle temperature! A proposito, se avete una crema leggera che non costi una fucilata da suggerire, non siate timide e fatevi avanti.






























Di questa crema si è sentito parlare tantissimo e da tantissimo tempo perciò, incuriosita, ho deciso di acquistarla perché avevo terminato la crema che stavo usando (la Nivea anti-spot di cui vi lascio la recensione). La crema è particolarmente densa e corposa, ciò non significa che sia unta. Io ho una pelle mista e l'ho usata senza problemi per tutto il periodo invernale e primaverile (se qualcuno ha visto la primavera ha la mia stima), non mi ha fatto spuntare brufoli, non ha aumentato la lucidità nella zona T e se la si lavora bene si assorbe anche abbastanza facilmente. 

Il profumo a me piace tanto, lo trovo dolce anche se da alcuni ho sentito definirlo stucchevole, ma immagino sia una questione di gusti personali. Nonostante ciò, una volta applicata, l'odore si sente, ma è delicato e non particolarmente persistente, anche perché l'ho utilizzata sul viso e se fosse stato invadente sicuramente mi avrebbe dato fastidio. 



La bellezza di questa crema è che può essere applicata su viso mani e corpo e soprattutto ha veramente proprietà riparatrici: ricordo di averla iniziata ad usare la settimana di capodanno, quando ci fu un'ondata di freddo polare e la mia amica, che era ospite da me, era raffreddata a morte e con la pelle screpolata, in particolare attorno al naso. Le ho suggerito di applicarne un po' e, a parte l'iniziale bruciore, il giorno dopo la pelle era già meno arrossata e meno screpolata. Anche io ho fatto la prova raffreddore e l'ha brillantemente superata. 
Inoltre trovo sia un'ottima crema da usare in caso di scottature solari (io ho la pelle bianchissima e mi basta anche stare un nulla al sole per ustionarmi), infatti l'ho applicata l'altra giorno quando metà braccio mi si era giustamente arrossato per essere stata 2 microsecondi al sole.
L'unica pecca di questa crema per me è stata la reperibilità: sono dovuta andare in diverse farmacie e parafarmacie prima di trovarla ed era quasi un "fondo di magazzino". Come avete visto dalle foto cercavo la versione in latta (che pensavo essere l'unica) e la ragazza della farmacia ha persino chiamato il magazzino davanti a me che le ha detto di non sapere niente di queste edizioni limitate, avevano solo quella in tubo che però costava 16€, a fronte dei 10€ di quella in latta. Ovviamente la quantità è minore, ma ho preferito non acquistare la taglia più grande non sapendo se il prodotto facesse al caso mio.
Detto questo non posso che suggerirvela, probabilmente sono stata l'unica che l'ha usata come crema viso, non so, ma se non ve la sentite perché avete paura la vostra pelle risponda male (secondo me se l'avete secca vi troverete perfettamente) ve la straconsiglio come crema corpo e mani. 

2 commenti:

  1. Amo questa crema multitasking, me la regalò una mia amica sempre nella confezione in edizione limitata e da allora continua a ricomprarla!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì anche io la trovo ottima per il periodo invernale, per il momento l'ho messa in frigo in attesa che ritorni l'autunno!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...